Giro di boa

giro di boa

Giro di Boa è stato pubblicato per la prima volta da Edizioni Sì nel 2010 e riproposto in edizione ebook nel 2015. E’ un libro snello rivolto soprattutto a coloro che si trovano nel difficile momento che segue la separazione dal proprio partner.

reviews

“Ho letto il tuo libro che mi ha veramente emozionata. Ti devo dire che non solo l’ho letto in un paio d’ore con interesse e passione, ma sei riuscita a trasmettermi le tue sensazioni come se le vivessi io in prima persona.
Credo sia il massimo per chi scrive un libro, riuscire a rapire il cuore di chi legge…
Grazie.

Silvia Mura (lettrice)

Grazie Grazie e ancora Grazie!!!
Con il tuo libro sei riuscita a dar “voce” agli ultimi tre anni della mia vita.
Spero vivamente di essere riuscita ad essere arrivata anche io al mio “Giro di Boa”.
Infinitamente Grazie

Raffaella (lettrice)

la storia

GIRO DI BOA –Ritrovare il benessere dopo il trauma del divorzio” si potrebbe definire un manuale dell’interiorità perché racconta un cambiamento di vita. É diretto soprattutto alle donne. Narra degli stati d’animo vissuti in prima persona dall’autrice e della loro evoluzione a partire dalla decisione di rompere il proprio matrimonio o convivenza, con il relativo rifiuto della figura maschile. Seguono le fasi del senso di colpa, solitudine, riscoperta di se stesse, piacere di apprezzare la propria libertà, fino al ritrovamento dell’amore e alla rivalutazione dell’uomo.
L’esposizione si sviluppa in 5 capitoli dove testimonianze di vita vissuta si alternano a consigli relativi a come affrontare determinate situazioni per ritrovare il benessere e, perché no, la felicità. I 5 capitoli sono intervallati da Intermezzi, caratterizzati da un linguaggio più narrativo: sono brevi racconti di esperienze vere scritte dall’autrice in passato, quando viveva direttamente le varie fasi esposte nei capitoli, e brevissimi racconti ispirati a opere d’arte che sintetizzano, sublimano gli stati d’animo e i momenti descritti.
É una storia vera, a lieto fine, perché anche le storie vere possono avere un lieto fine. Non è un romanzo, ma una testimonianza che ha come scopo quello di aiutare chi sta vivendo un’esperienza simile. Un messaggio di speranza per una vita migliore.